Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli
Dipartimento di Scienze umanistiche
Modalità di navigazione
Percorso
Contenuto

Servizio LePrE
Informazioni in tempo reale su orari delle Lezioni, Programmi di studio e appelli d'Esame

Versione stampabile

I musei, le mostre, il digitale, il virtuale
Corso di Laurea in Digital Humanities. Beni culturali e materie letterarie (Laurea magistrale)
CFU: 9
SSD: L-ART/04
Docenti: Marianna Cuomo, Stefano De Mieri
Anno Accademico 2023/2024

 

Versione italiana

Prerequisiti
È necessario conoscere le linee fondamentali della storia dell’arte e la storia più antica del museo e del collezionismo.

Obiettivi
Il corso ha fra i suoi obiettivi quello di avviare gli studenti a una visione della museologia e della storia del collezionismo d’arte in Italia e in Europa anche con lo studio di alcuni campioni. Si affronterà quindi il tema del rapporto reale-virtuale, con particolare riferimento alla ‘realtà aumentata’ e alle nuove forme di allestimento digitale, sia per mostre temporanee che per allestimenti permanenti. Si introdurrà ai principali software per la interazione e si conclude con esercitazione sulla creazione di contenuti di realtà aumentata, con la progettazione di tour.

Contenuto
Il corso si propone di analizzare la storia del museo in età contemporanea, evidenziando la sua evoluzione a partire dall’Ottocento e, soprattutto, le trasformazioni novecentesche che hanno portato alla crisi dei musei tradizionali e all’imporsi di nuovi modelli tipologici e culturali, al dilagare dello storytelling digitale e alla nascita dei musei virtuali.
Accanto al dibattito museologico contemporaneo il corso si prefigge di approfondire il tema centrale delle mostre, trattando brevemente di alcuni casi specifici del passato, messi a confronto con alcune delle esposizioni più recenti, che associano alle modalità tradizionali forme di fruizione digitale e multimediale, rispondenti alle mutate istanze culturali del presente.
Infine, il corso, attraverso uno specifico modulo, intende introdurre lo studente ai cambiamenti che il museo ha subito grazie all’introduzione delle tecnologie multimediali. In special modo, particolare attenzione sarà dedicata ai temi della comunicazione e dell’immersività, ovvero ai molteplici e possibili livelli d’interazione fra i visitatori, lo spazio museale e i nuclei collezionistici.

Sintesi degli argomenti.
La nascita del museo moderno. Le principali istituzioni museali dell’Ottocento tra l’Europa e gli Stati Uniti. Le grandi esposizioni. I musei di arti applicate, i musei civici e i musei della scienza (7h).
Il dibattito sui musei nel XX secolo. L’epoca d’oro della museografia italiana (8h).
I musei nel terzo millennio: analisi delle differenti tipologie e funzioni del museo contemporaneo, il passaggio dal ‘museo tempio’ al ‘museo foro’, ‘relazionale’, di ‘comunicazione’, ‘partecipativo’, di ‘narrazione’ e di ‘narrazione connessa’; le nuove forme e il ruolo delle archistar, le mostre (15h).
Realtà e virtualità nelle arti visive (4h).
Tecnologie, sensibilità e percezione degli oggetti d’arte (4h).
Nuove forme di interazione e comunicazione al museo (8h).
Illusione e immersività nella fruizione del patrimonio storico-artistico (8h).

Testi adottati
R. Fontanarossa, Collezionisti e musei. Una storia culturale, Giulio Einaudi editore, Torino, 2022.

M.T. Florio, Il museo nella storia. Dallo studiolo alla raccolta pubblica, seconda edizione, Pearson, Milano-Torino, 2018, pp. 50-229.

Per la seconda parte:

T. Maldonando, Reale e Virtuale, Feltrinelli editore, Milano 2007.

Musei, pubblici, tecnologie, a cura di V. Gensini, Pisa University Press, Pisa 2020, limitatamente alle seguenti pp. 23-28; 39-44; 49-58; 59-64; 91-94.

Atmosfere. Esperienze immersive nell’arte e al Museo, a cura di S. Costa et alii, Bononia University Press, Bologna 2021, limitatamente alle seguenti pp. 201-210; 211-222; 271-282.
Al programma indicato i non frequentanti aggiungeranno il volume Musei italiani del dopoguerra (1945-1977). Ricognizioni storiche e proposte future, a cura di Valter Curzi, Milano, Skira, 2022, limitatamente alle seguenti pp. 7-99; 229-263".

Bibliografia di riferimento
A. Mottola Molfino, Il libro dei musei, Umberto Allemandi & C., Torino 1991 (o edizioni successive).
A. Lugli, Museologia, Editoriale Jaca Book, Milano 1991 (o edizioni successive).
M.V. Marini Clarelli, Che cos’è un museo, Carocci editore, 2005 (o edizioni successive).
F. Haskell, La nascita delle mostre. I dipinti degli antichi maestri e l’origine delle esposizioni d’arte, Skira, Milano 2008.
Elisa Bonacini, I Musei e le forme dello Storytelling digitale, Aracne editrice, Canterano 2020.

Metodo di insegnamento
Lezioni frontali e visite di studio in contesti museali e mostre di particolare interesse per l’adozione delle tecnologie digitali.

Metodo di valutazione
Prova orale
L’esame consiste in una prova orale volta ad accertare:
1. l’adeguata conoscenza degli argomenti oggetto del corso;
2. la corretta capacità di esposizione e l’acquisizione del vocabolario specifico della museologia;
3. l’appropriata capacità di analisi critica dei temi trattati.

Note
Ulteriori approfondimenti potranno essere suggeriti nel corso delle lezioni

 

English version

Prerequisites
It is necessary to know the basic outlines of art history and the earliest history of museums and collecting.

Learning outcomes
The course has among its objectives that of introducing students to a vision of museology and the history of art collecting in Italy and Europe, also with the study of some samples. The theme of the real-virtual relationship will then be addressed, with particular reference to 'augmented reality' and new forms of digital set-up, both for temporary and permanent exhibitions. It will introduce the main software for interaction and ends with an exercise on the creation of augmented reality content, with the design of tours.

Course contents
The course aims to analyze the history of the museum in the contemporary age, highlighting its evolution since the nineteenth century and, above all, the twentieth-century transformations that led to the crisis of traditional museums and the rise of new typological and cultural models, the spread of digital storytelling and the emergence of virtual museums
Along with the contemporary museological debate, the course aims to delve into the central theme of exhibitions, briefly dealing with some specific cases from the past, compared with some of the more recent exhibitions, which associate traditional modes with digital and multimedia forms of enjoyment, responding to the changing cultural demands of the present.
Finally, the course, through a specific module, intends to introduce the student to the changes that the museum has undergone due to the introduction of multimedia technologies. In particular, special attention will be paid to the issues of communication and immersivity, i.e., the multiple and possible levels of interaction between visitors, museum space and collection cores.

Summary of topics.

The birth of the modern museum. The major museum institutions of the nineteenth century between Europe and the United States. The great exhibitions. The museums of applied arts, civic museums and science museums (7h).
The debate on museums in the 20th century. The golden age of Italian museography (8h).
Museums in the third millennium: analysis of the different types and functions of the contemporary museum, the transition from ‘temple museum’ to ‘forum museum’, ‘relational’, ‘communication’, ‘participatory’, ‘narrative’ and ‘connected narrative’; the new forms and the role of archistars, exhibitions (15h).
Reality and virtuality in the visual arts (4h).
Technologies, sensibility and perception of art objects (4h).
New forms of interaction and communication in the museum (8h).
Illusion and immersiveness in the enjoyment of art-historical heritage (8h).

Text Books
R. Fontanarossa, Collezionisti e musei. Una storia culturale, Giulio Einaudi editore, Torino, 2022.

M.T. Florio, Il museo nella storia. Dallo studiolo alla raccolta pubblica, seconda edizione, Pearson, Milano-Torino, 2018, pp. 50-229.

Per la seconda parte:

T. Maldonando, Reale e Virtuale, Feltrinelli editore, Milano 2007.

Musei, pubblici, tecnologie, a cura di V. Gensini, Pisa University Press, Pisa 2020, limitatamente alle seguenti pp. 23-28; 39-44; 49-58; 59-64; 91-94.

Atmosfere. Esperienze immersive nell’arte e al Museo, a cura di S. Costa et alii, Bononia University Press, Bologna 2021, limitatamente alle seguenti pp. 201-210; 211-222; 271-282.
Al programma indicato i non frequentanti aggiungeranno il volume Musei italiani del dopoguerra (1945-1977). Ricognizioni storiche e proposte future, a cura di Valter Curzi, Milano, Skira, 2022, limitatamente alle seguenti pp. 7-99; 229-263".

Bibliography
A. Mottola Molfino, Il libro dei musei, Umberto Allemandi & C., Torino 1991 (or later editions).
A. Lugli, Museologia, Editoriale Jaca Book, Milano 1991 (or later editions).
M.V. Marini Clarelli, Che cos’è un museo, Carocci editore, 2005 (or later editions).
F. Haskell, La nascita delle mostre. I dipinti degli antichi maestri e l’origine delle esposizioni d’arte, Skira, Milano 2008.
Elisa Bonacini, I Musei e le forme dello Storytelling digitale, Aracne editrice, Canterano 2020.

Teaching methods
Lectures and study visits to museum settings and exhibitions of particular interest in the adoption of digital technologies.

Assessment methods
Oral Examination
The examination consists of an oral test designed to verify:
1. the adequate knowledge of the topics covered in the course;
2. the correct expository ability and the acquisition of the specific vocabulary of museology;
3. the appropriate ability to analyze in a critical manner the topics covered.

Notes
Additional insights may be suggested during the course of the lectures

Ultimo aggiornamento: 5.2.2024 ore 09:55

Menù del Dipartimento
Menù rapido
Menù principale
Conformità agli standard

XHTML 1.0CSS 3 | Conforme alle linee guida per l'accessibilità ai contenuti del Web - livello tripla A


© 2004/24 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  | Crediti