MOTORE DI RICERCA

ACCESSO STANZA VIRTUALE



            
Dipartimento di
Scienze umanistiche

Servizio LePrE
Informazioni in tempo reale su orari delle Lezioni, Programmi di studio e appelli d'Esame

Versione stampabile

Storia del restauro
Corso di Laurea in Scienze dei Beni Culturali: turismo, arte, archeologia
SSD: ICAR/19
Docenti: Gian Giotto Borrelli, Maria Teresa Como
Anno Accademico 2021/2022

 

Versione italiana

Obiettivi
L’obiettivo finale di ogni insegnamento del Corso di Laurea triennale in Scienze dei beni culturali è quello di consentire allo studente di sviluppare adeguate competenze sulla storia, sulla conservazione e sulla valorizzazione del patrimonio artistico e dei beni culturali materiali e immateriali e di favorire l’applicazione di tali conoscenze maturate in ambito accademico alla realtà operativa, delle istituzioni pubbliche o dei soggetti privati, specialmente nell’ottica di un’idonea valorizzazione e fruizione del patrimonio culturale in chiave turistica, identitaria e di crescita civile.

Il corso, nel fornire un quadro storico dei modi di intervenire nella cura di beni artistici, architettonici e archeologici riferito alla modulazione del pensiero sul restauro nella storia, ha l’obiettivo di preparare lo studente a riconoscere nella concretezza degli interventi l’approccio e le concezioni sottese, e a sviluppare sapiente capacità per analizzarne criticamente modalità e soluzioni rispetto ai fini e ai principi della conservazione e del restauro.

Contenuto
Attraverso l’esame di significativi interventi di restauro su beni storico artistici, architettonici e archeologici il corso ripercorre le principali tappe della storia del restauro. Le intenzioni sottese ai ‘casi studio’ prescelti sono analizzate criticamente, richiamando gli apporti teorici delle principali figure fondative della disciplina, e riconoscendo nei relativi metodi d’intervento messi in atto la ricaduta del pensiero teorico. Inoltre, l’approfondimento dei ‘casi studio’ prescelti conduce a discernere nella loro attuale condizione materiale parti autentiche e reintegrazioni, ad avere cognizione delle rimozioni e delle alterazioni, e a riconoscere quanto gli interventi di restauro eseguiti possano aver indirizzato l’intendimento collettivo dei caratteri peculiari del bene.

Testi adottati
Bibliografia di riferimento
Giovanni Carbonara, Avvicinamento al Restauro, Liguori, Napoli 1997.
Stella Casiello (a cura di), Restauro tra metamorfosi e teorie, Napoli, Electa, Napoli 1992.
Stella Casiello (a cura di), Verso una storia del restauro. Dall’età classica al primo Ottocento, Alinea, Firenze 2008.
Stella Casiello (a cura di), La cultura del restauro. Teorie e fondatori, 5. ed., Marsilio, Venezia 2015.
Cesare Brandi, Teoria del restauro, Einaudi, Torino 1977.
Alessandra Melucco Vaccaro, Archeologia e Restauro, Viella, Roma 2000.
Alessandro Conti, Storia del restauro e della conservazione delle opere d’arte, Electa, Milano 2002.
Orietta Rossi Pinelli, Chirurgia della memoria: scultura antica e restauri storici, in S. Settis (a cura), Memoria dell’antico nell’arte italiana, vol. III, Einaudi, Torino 1986, pp. 183 – 250.
Bruno Zanardi, Il restauro. Giovanni Urbani e Cesare Brandi, due teorie a confronto, Skira, Milano 2009.
Carolina Di Biase, Il restauro e i monumenti. Materiali per la storia del restauro, Maggioli, Milano 2010.

Durante lo svolgimento del corso verranno forniti nell’area docente indicazioni di parti dei testi nella Bibliografia di riferimento in programma di esame e materiali di supporto didattico.

Metodo di insegnamento
LEZIONI IN AULA

Metodo di valutazione
Prova orale
L’esame consiste in una prova orale in cui verrà valutata l’acquisizione delle conoscenze critiche per distinguere, spiegandone ragioni e obiettivi, i diversi approcci al restauro nella storia, per costruire un ragionamento sulle questioni del restauro e l'acquisizione di un lessico specialistico. La descrizione di uno degli interventi di restauro trattati nel corso, spiegandone motivazioni e obiettivi specifici, costituirà la base da cui avviare il colloquio di esame.

 

English version

Learning outcomes
Each course in the triennial Degree in Science of Cultural Heritage aims to enable the student to develop the appropriate competences in History, Conservation, and Enhancement of the artistic, tangible and intangible Cultural Heritage, and to apply these acquired knwoledges working within the Public Institutions or for private entities according to a proper enhancement and enjoyment in the tourism in full compliance with the identity and the civil growth.

The course, in providing an historical overview of direct interventions in the care of artworks, architecture, and archaeology heritage -which is referenced to the different conservation concepts and approaches in history- aims to guide the students in recognising the underling concepts and key approaches in the substance of the interventions, and to develop skills in critically analysing conservation methods and choices in relation to aims and principles of conservation and restoration

Course contents
Through the analysis of some significant conservation works in History, the course offers an overview of Conservation’s History and Theory in art, architecture and archaeology heritage. The intentions that underlay the conservation works of the chosen case studies are analysed in relation with the theoretical contributions of the main theorists of the issue, and these intentions are recognized in the implemented intervention methods. Furthermore, the deepening of the chosen case studies allows to discern in their current material condition the authentic parts and the integrations, leads to have knowledge of removals and alterations, and, in fine, reflects on recognizing how much the conservation works have determined the common reading of the analysed cultural heritage case studies.

Text Books
Bibliography
Giovanni Carbonara, Avvicinamento al Restauro, Liguori, Napoli 1997.
Stella Casiello (a cura di), Restauro tra metamorfosi e teorie, Napoli, Electa, Napoli 1992.
Stella Casiello (a cura di), Verso una storia del restauro. Dall’età classica al primo Ottocento, Alinea, Firenze 2008.
Stella Casiello (a cura di), La cultura del restauro. Teorie e fondatori, 5. ed., Marsilio, Venezia 2015.
Cesare Brandi, Teoria del restauro, Einaudi, Torino 1977.
Alessandra Melucco Vaccaro, Archeologia e Restauro, Viella, Roma 2000.
Alessandro Conti, Storia del restauro e della conservazione delle opere d’arte, Electa, Milano 2002.
Orietta Rossi Pinelli, Chirurgia della memoria: scultura antica e restauri storici, in S. Settis (a cura), Memoria dell’antico nell’arte italiana, vol. III, Einaudi, Torino 1986, pp. 183 – 250.
Bruno Zanardi, Il restauro. Giovanni Urbani e Cesare Brandi, due teorie a confronto, Skira, Milano 2009.
Carolina Di Biase, Il restauro e i monumenti. Materiali per la storia del restauro, Maggioli, Milano 2010.

During the course indication of parts of the reference books for the exam and teaching support materials will be provided on the teacher’s area in the web site.

Teaching methods
CLASS LECTURE

Assessment methods
Oral Examination
The final exam consists of an oral test in which the acquisition of the critical knowledge to distinguish, explaining reasons and objectives, the different approaches to conservation in history, to construct an argument on conservation issues and a specialist vocabulary will be assessed. The description of one of the conservation or restoration interventions covered in the course -explaining the reasons and specific objectives- will form the basis for the examination.

Ultimo aggiornamento: 29.9.2021 ore 15:13

© 2004/21 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy · versione desktop · versione accessibile
XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0