Dipartimento di
Scienze umanistiche

Corso di laurea in Progettazione e gestione del turismo culturale

a.a. 2014/15

Descrizione del percorso di formazione

Il Corso di Studi in Progettazione e gestione del Turismo culturale si articola in un triennio che vede alternarsi tre complementari aree disciplinari (storico-culturale; economico-aziendale; linguistico-comunicazionale).

Il primo anno intende offrire una formazione culturale (umanistica ed economica) di base, con esami fondanti e per molti aspetti propedeutici come la Letteratura di viaggio (Travel literature) e la Sociologia dell'ambiente e del territorio, per l'area storico-culturale; Analisi statistica dei fenomeni turistici, Politiche del Turismo ed Economia dei Beni Culturali e ambientali, per l'area economico-aziendale. Ad arricchire il quadro è lo studio della lingua inglese (English for Tourism), anche attraverso un Corso di Management for Tourism erogato in lingua al secondo semestre (cioè dopo il corso advanced in Inglese).

Al secondo anno l'area storico-culturale prevede gli esami di Storia (uno a scelta fra Storia ed economia del Mediterraneo e Storia politica ed economica del Mezzogiorno d'Italia), Geografia (Geografia economica) e del gruppo Storia dell'arte/archeologia (Storia dell'architettura e della città; un esame a scelta tra Museologia e Itinerari archeologici in Campania). È previsto inoltre lo studio di una seconda lingua e cultura europea a scelta.

Tra le opzioni possibili per i crediti a scelta dello studente si segnala la possibilità di intraprendere un percorso nell'ambito delle tematiche legate al turismo sostenibile (con gli esami di Percorsi naturalistici, Storia dell'ambiente e del paesaggio). Un approfondimento storico-artistico (Arte e territorio ed Economia delle arti) è consigliato in particolare a chi abbia intenzione di proseguire gli studi con la Magistrale in Archeologia e Storia dell'Arte (LM-89), attiva presso la Facoltà di Lettere. Infine, è previsto l'esame obbligatorio, erogato in Lingua Inglese, sulle nuove tecnologie per il turismo (Internet and New Media), una disciplina di taglio pratico che prevede anche una parte laboratoriale, con project work e prodotti multimediali realizzati dagli studenti sotto la guida di un tutor.

Al terzo anno è previsto il blocco di approfondimento delle discipline economico-aziendali, con gli esami di Economia e gestione delle imprese turistiche, Marketing per i Beni Culturali. Ad essi si aggiungono un esame di taglio giuridico (Legislazione europea dei Beni Culturali), uno di ambito demoantropologico (Turismo enogastronomico), e un ultimo esame di Storia dell'arte (Elementi di Storia dell'arte). Particolare rilievo hanno i 12 crediti di ambito F, da svolgere con laboratori specifici (Scritture per il turismo, Storytelling digitale, Cineturismo, Comunicazione dell'impresa turistica) tutti volti a project work da realizzare in piccoli gruppi. In alternativa, o in parziale aggiunta, si affianca lo stage in azienda, al quale possono accedere tutti gli studenti utilizzando le centinaia di convenzioni che l'Ateneo ha attivato con aziende pubbliche o private nel settore, anche grazie alle convenzioni quadro con le Associazioni di Categoria: Federcongressi Campania; Federalberghi Napoli; European Hotel manager Association; Confindustria Alberghi.

La prova finale consiste in un elaborato scritto che metta alla prova lo studente nella sua capacità di analisi, studio e sintesi oltre che nella sua capacità progettuale. Il tutoraggio personalizzato offerto ad ogni iscritto punta in particolare sull'esperienza all'estero, e dunque sulla partecipazione al programma Erasmus, per il quale è attivo uno specifico Sportello che offre assistenza qualificata.

Manifesto degli studi

© 2004/20 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0