Segreteria Studenti

Altri eventi di carriera

Annullamento esami

La studentessa/studente è tenuta/o a conoscere il Regolamento Didattico di Ateneo, Regolamento della carriera universitaria degli studenti, il Regolamento didattico del proprio corso di studio, e il manifesto degli studi del proprio anno di riferimento. Gli esami sostenuti in difformità alla normativa vigente saranno annullati con Decreto Rettorale. Dell'annullamento verrà data comunicazione all'interessato.

Ammissione all'Esame di laurea

Il titolo di laurea è conferito previo superamento di una prova finale.

Come previsto nell'art. 29 comma 8 del Regolamento didattico di Ateneo per essere ammessi alla prova finale è necessario aver conseguito tutti i crediti formativi previsti dall'ordinamento didattico per le attività diverse dalla prova finale, indipendentemente dal numero di anni di iscrizione all'università, ed essere in regola con il pagamento delle tasse universitarie.

Le modalità di svolgimento della prova finale sono definite nei Regolamenti per l'elaborato di laurea dei singoli corsi di studio che disciplinano le procedure e i tempi di assegnazione dell'elaborato finale (tesi di laurea), le sue caratteristiche, le modalità di svolgimento della prova finale, i criteri di valutazione e le regole comportamentali.

La/o studentessa/studente per essere ammessa/o alla prova finale deve presentare domanda di laurea nel rispetto di
a. requisiti
b. modalità
c. tempistica stabiliti

Requisiti

La/o studentessa/studente può chiedere l'ammissione a sostenere l'esame di laurea solo se in possesso dei seguenti requisiti:
a) essere iscritto all'anno accademico in corso;
b) essere in regola con il pagamento delle tasse universitarie;
c) aver sostenuto, alla data di presentazione della domanda, tutti gli esami, i laboratori, i tirocini e tutte le altre attività presenti nel piano di studi e aver maturato tutti i crediti formativi complessivamente richiesti per l'ammissione alla laurea, a eccezione di quelli assegnati dalla prova finale;
d) aver ottenuto l'assegnazione della tesi dal docente relatore secondo i tempi e le modalità definite nel Regolamento dell'esame di laurea del proprio corso di studio;
e) aver cessato di usufruire del servizio di prestito e aver restituito eventuali libri alla Biblioteca di Ateneo.

Modalità

La compilazione della domanda di ammissione all'esame di laurea avviene attraverso l'Area operativa, sezione "Carriera, piani di studio ed esami", voce di menu "Domanda di laurea". Il laureando dovrà:
a) compilare il Questionario AlmaLaurea, al fine di non disperdere alcune importanti informazioni sul proprio percorso accademico;
b) verificare la correttezza dei dati relativi alla propria carriera accademica;
c) fornire l'eventuale consenso alla consultazione della tesi di laurea;
d) dichiarare il possesso dei requisiti.

Al termine, inviata la domanda, il laureando dovrà:
a) potrà pagare attraverso la procedura pagoPA Servizio PagoPA (seguire attentamente le istruzioni) la tassa di laurea pari a 201€, entro la tempistica (vedi Tempistica).
b) far pervenire al proprio relatore la versione definitiva del file della tesi in formato .doc, affinché questi possa effettuare, all'interno dell'Area operativa, l'upload del file della tesi in formato .pdf e apporvi la propria firma elettronica per approvazione nel rispetto della tempistica descritta al punto C.

La procedura è interamente informatizzata: non è dunque richiesta la consegna di materiale cartaceo presso la Segreteria studenti e presso l'Ufficio laurea di Ateneo.

Una guida dettagliata alla procedura di presentazione della domanda di laurea è disponibile a questo collegamento.

La domanda è accettata dopo la verifica del pagamento della tassa di laurea.

Tempistica

La domanda di laurea deve essere effettuata a partire dal primo giorno dei due mesi che precedono quello nel quale è prevista la seduta di laurea e fino al primo giorno del mese immediatamente precedente ad essa (esempio: dal 1 settembre al 1 ottobre, se la/o studentessa/studente intende laurearsi nella sessione di novembre). Fa eccezione la sessione estiva del mese di luglio: in tale caso la domanda di laurea può essere presentata dal 1 maggio al 15 giugno).

È riconosciuta una proroga fino al giorno 15 del mese precedente a quello della seduta di laurea previo il pagamento di un contributo aggiuntivo (mora su tassa di laurea di 75 €), unitamente alla tassa di laurea ordinaria di 201 € (Esempio: entro il 15 ottobre, per chi intende laurearsi a novembre).

L'invio dell'elaborato finale (tesi in formato .doc) al relatore da parte della/o studentessa/studente deve avvenire entro il giorno 15 del mese precedente a quello della seduta di laurea affinché la firma elettronica di approvazione da parte del relatore possa essere effettuata entro i 5 giorni successivi per la necessaria conclusione dell'iter. Fa eccezione la seduta di laurea del mese di settembre: in tale caso l'invio dell'elaborato deve avvenire entro il 31 agosto).

Gli Uffici di Segreteria Studenti si riservano di verificare tutti i requisiti richiesti per ammettere il candidato alla seduta di laurea. La/o studentessa/studente priva/o dei requisiti è obbligato a rinnovare la domanda di laurea online per una data futura. Il versamento della tassa di laurea è da considerarsi sempre valido.

Informazioni aggiuntive

  1. La domanda è annullabile in ogni momento.
  2. L'avviso di pagamento pagoPA Servizio PagoPA generato dalla procedura è automaticamente disponibile per il download anche nella sezione TASSE, CONTRIBUTI E PAGAMENTI dell'Area operativa.
  3. Nel caso in cui la/o studentessa/studente, per qualsiasi motivo, non sia riuscito a laurearsi, pur in presenza della domanda di laurea, , dovrà nuovamente inoltrare domanda di laurea per il mese successiva nell'ambito della stessa sessione o della sessione successiva, nei termini disciplinati nel paragrafo "Tempistica"
  4. Il consenso alla consultazione della tesi richiede, obbligatoriamente, l'inserimento in procedura di un abstract (in italiano e in inglese) dell'elaborato.
  5. Studentesse e studenti (con matricola 880) che devono discutere la relazione finale per conseguire anche il titolo di sostegno previsto per il corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria, sono obbligati a seguire le stesse regole previste per la discussione dell'esame di laurea, e quindi a presentare due distinte domande online, una per la laurea di base 008 e un'altra per il sostegno, matricola 880.
Sospensione/interruzione della carriera

È possibile fare domanda per sospendere gli studi presso un corso di laurea, laurea magistrale a ciclo unico, e laurea magistrale, e dottorato per un determinato periodo di norma non inferiore all'anno accademico.

La domanda va presentata, entro il termine previsto per l'iscrizione, salvo documentati impedimenti oggettivi al rispetto di tale scadenza, all'area Segreteria studenti, agli sportelli o via mail a questo indirizzo PEC, esclusivamente per i seguenti motivi:
a. per proseguire gli studi presso corsi di studio in cui la normativa non prevede la contemporanea iscrizione;
b. iscrizione ad altre tipologie di corsi, nei casi in cui sia prevista l'incompatibilità;
c. infermità gravi e prolungate, debitamente certificate.

Chi si avvale della sospensione non è tenuta/o alla corresponsione delle tasse universitarie, non può sostenere alcuna prova d'esame e svolgere alcun atto di carriera, e il periodo di sospensione non è preso in considerazione ai fini della progressione della carriera e del calcolo dei termini di decadenza.

A coloro che ottengono la sospensione della carriera successivamente al pagamento della prima rata di iscrizione, l'importo versato non sarà restituito.

La richiesta di sospensione può essere richiesta una sola volta nel corso della carriera universitaria. Non è consentita la sospensione per il primo anno dei corsi di studio ad accesso programmato.

La sospensione della carriera può essere richiesta esclusivamente da coloro che sono iscritti ai corsi di studio riformati (D.M. 509/1999 - D.M. 270/2004).

L'interruzione della carriera si verifica in caso di mancato rinnovo dell'iscrizione per almeno un anno accademico, senza che sia stata richiesta la sospensione della carriera.

Durante il periodo di interruzione non è possibile effettuare alcun atto di carriera. Gli anni di interruzione sono calcolati ai fini della progressione di carriera e del calcolo dei termini di decadenza.

La regolarizzazione della posizione comporta il pagamento di un contributo fisso, determinato dal Consiglio d'Amministrazione.

Per l'anno accademico in cui si riprende la carriera vanno regolarmente pagati tasse e contributi previsti.

Ricognizione carriera interrotta

La/o studentessa/studente che non abbia effettuato annualmente regolare iscrizione ad anni successivi entro i termini prescritti può chiedere la ricognizione delle tasse universitarie degli anni pregressi effettuando il seguente pagamento: versamento presso un qualsiasi sportello del "Gruppo Intesa SanPaolo" di tutto il territorio nazionale dell'importo totale della tassa di ricognizione, fissata in € 700,00 per ogni anno accademico non pagato attraverso il modulo (PAG_RIC), scaricabile da questo collegamento.

Decadenza dagli studi

Coloro che non sostengono esami per otto anni accademici consecutivi incorrono nella decadenza dalla condizione di studente universitario anche se in regola con le tasse.

La decadenza non colpisce coloro che hanno superato tutti gli esami di profitto previsti dal piano di studi e che sono in debito del solo esame di laurea. Parimenti interrompono il decorso del termine della decadenza coloro che abbiano sostenuto un esame di profitto sia pure con esito negativo. Inoltre, il termine di decadenza si interrompe nel caso in cui lo studente (che sia fuori corso) faccia passaggio ad altro corso di laurea.

Rinuncia agli studi

Studentesse e studenti che non intendono esercitare i diritti derivanti dall'iscrizione hanno la facoltà di rinunciare agli studi intrapresi, ancorché non si sia verificata la decadenza di cui all'art. 149 del vigente T.U. delle leggi sull'istruzione superiore.

La rinuncia agli studi va fatta collegandosi al seguente indirizzo: https://areaoperativa.unisob.na.it inoltrando istanza al Rettore. La rinuncia sarà perfezionata previo pagamento del versamento di € 616,00 per sanzione rinuncia agli studi e imposta di bollo. La rinuncia verrà espletata dagli Uffici di Segreteria Studenti, dopo aver effettuato i controlli amministrativi sulla carriera e dopo aver incassato il "versamento per sanzione rinuncia" agli studi. La rinuncia è irrevocabile. In caso di nuova iscrizione allo stesso o ad altro corso di laurea di questo Ateneo o di altra Università, sarà impossibile reclamare benefici di tasse, esami o abbreviazioni di corso connessi con il precedente "Status" giuridico abbandonato o giuridicamente inefficace.

Prima di perfezionare la procedura di rinuncia agli studi, la/o studentessa/studente può consultare gli Uffici del SOT - Servizio di Orientamento e Tutorato che saranno a disposizione per offrire uno spazio di ascolto personalizzato per il superamento di un momento di difficoltà o di confusione.

Si possono contattare i consulenti a questo indirizzo e-mail per un aiuto di ri-orientamento verso scelte future.

Valutazione della carriera pregressa

La/o studentessa/studente che intenda riprendere l'attività di formazione universitaria interrotta a seguito di decadenza dagli studi o rinuncia, può reimmatricolarsi ad un nuovo Corso di Laurea (triennale e ciclo unico) dopo avere fatto richiesta di valutazione della propria carriera universitaria pregressa. Si rinvia alle Linee guida sul riconoscimento dei CFU.

Per gli studenti della magistrale biennali rivolgersi a questo indirizzo e-mail.

Tali richieste, per i corsi ad accesso libero, vanno inviate alla Segreteria Studenti a questo indirizzo dal 03/07/2023 - al 03/11/2023.

Documentazione da produrre e allegare alla suddetta richiesta:
a) Modulo di richiesta di valutazione della propria carriera universitaria pregressa (vedi modulo DOM_CP scaricabile da questo collegamento) da prelevare da questo collegamento;
b) ricevuta del versamento di € 300,00 per istruttoria di valutazione della carriera pregressa da pagare presso un qualsiasi sportello bancario del "Gruppo Intesa SanPaolo " di tutto il territorio nazionale (vedi modulo PAG_CP, scaricabile da questo collegamento).
c) Se a seguito della valutazione la/o studentessa/studente decide di reimmatricolarsi i contributi aggiuntivi per tale procedura sono fissati in € 750,00 per coloro che ottengono l'iscrizione al primo anno di corso, in € 1.250,00 al secondo anno di corso e € 1.800,00 al terzo anno di corso (vedi modulo PAG_FOR_CP, scaricabile da questo collegamento) da pagare presso un qualsiasi sportello bancario del "Gruppo Intesa SanPaolo" di tutto il territorio nazionale.

Domanda carriera ALIAS

1. L'attivazione della carriera alias avviene mediante presentazione di istanza sul portale dello studente. La domanda dovrà essere corredata dalla documentazione idonea a comprovare l'esistenza di una disforia di genere, rilasciata da una struttura, centro o specialista di salute mentale. La segreteria provvederà a inoltrare la domanda e la documentazione al delegato del Rettore alle attività "Gender Equality".

2. Il/la delegato/a alle attività "Gender Equality" assume le funzioni di tutor accademico per la carriera alias, supporta la persona richiedente nella procedura di richiesta e nella successiva gestione della carriera alias.

3. Il/La delegato/a, valutata l'istanza, acquisito il parere del Responsabile protezione dati (Segreteria) dell'Ateneo, può autorizzare l'attivazione della carriera alias.

4. Se la domanda sarà accettata sarà firmato un "Accordo di Riservatezza Carriera Alias" e la segreteria provvederà ad attivare la carriera alias in base alle modalità previste dal regolamento alla carriera.

Certificazioni

Certificati

I certificati possono essere richiesti presso gli sportelli di Segreteria Studenti esclusivamente in marca da bollo di € 16,00 (Circolare Agenzie delle Entrate n. 29/E dell'1/06/2005).

Certificati non in marca da bollo possono essere scaricati anche dalla propria area operativa sezione "Carriera, Piano di studi, Esami" - "Carriera" - "Visualizza certificati/Dichiarazioni sostitutive".

Diploma Supplement

Per i corsi di studio ad ordinamento riformato (DD.MM. 509/99 e 270/2004), l'Università Suor Orsola Benincasa rilascia, come supplemento al diploma di ogni titolo di studio (laurea di I livello o la laurea specialistica/magistrale), una relazione informativa denominata Diploma Supplement.

Il Diploma Supplement riporta, in lingua italiana e inglese, secondo un modello conforme a quello adottato dai Paesi europei aderenti al Processo di Bologna, le informazioni relative al percorso formativo seguito dalla/o studentessa/studente per conseguire il titolo.

Il Diploma Supplement è rilasciato gratuitamente ai laureati che hanno già ritirato la pergamena. È possibile ritirare il Diploma Supplement presso gli sportelli di Segreteria Studenti, nei giorni e orari di apertura, presentandosi personalmente con un documento d'identità valido. È possibile delegare altra persona, purchè si presenti munita di delega scritta e fotocopia del documento di identità del delegante.

Informazioni sul Diploma Supplement

Il modello standard del Diploma Supplement contiene 8 punti e fornisce una descrizione della natura, del livello, del contesto, del contenuto e dello status degli studi effettuati e completati dalla/o studentessa/studente. In particolare, fornisce informazioni relative a:
- Dati anagrafici del laureato
- Informazioni sul titolo di studio e sull'istituzione che lo rilascia
- Informazioni sul livello del titolo di studio (ciclo, durata e requisiti di ammissione)
- Informazioni sul curriculum, voti degli esami e voto finale con specifica sul sistema di votazione di riferimento
- Informazioni sulle funzioni del titolo di studio (percorsi formativi cui il titolo dà accesso, status professionale conferito dal titolo)
- Altre informazioni o fonti di informazione
- Certificazione
- Informazioni sul sistema di istruzione superiore del paese in cui è stato conseguito il titolo.

Maggiori Informazioni sul sito del MIUR

Duplicato pergamena di laurea

La pergamena è consegnata durante la seduta di laurea.

Chi abbia smarrito o deteriorato la pergamena di laurea può chiederne il duplicato inviando alla PEC della Segreteria Studenti.

Documentazione da produrre e allegare alla suddetta richiesta:
a) richiesta di duplicato in carta semplice indirizzata al Rettore, contenente le generalità, la matricola e il corso di laurea e riportante la firma del richiedente;
b) versamento della somma di € 500,00 da pagare presso un qualsiasi sportello bancario del "Gruppo Intesa SanPaolo" di tutto il territorio nazionale (vedi modulo PAG_PERG, scaricabile da questo collegamento);
c) denuncia di smarrimento presentata all'autorità di Pubblica Sicurezza o pergamena di laurea se deteriorata.

© 2004/24 Università degli Studi Suor Orsola Benincasa - Napoli  ·  crediti

privacy  ·  versione accessibile  ·  XHTML 1.0 | CSS 3 | WAI-AAA WCAG 2.0